“L’innovazione e la sussidiarietà in difesa delle autonomie”. È  stato questo il tema del Convegno annuale promosso da Asmenet Calabria che si è tenuto venerdì 28 giugno, a Lamezia Terme presso la sala congressi del THotel.

L’evento ha messo in luce le esperienze più significative attuate sul tema digitale.

Asmenet Calabria, che assiste l’80% circa dei comuni calabresi, ha provveduto a rendere conformi i siti istituzionali comunali e i portali di “Amministrazione Trasparente”, alle ultime linee guida di design per i servizi web della PA di Agid.

“Attraverso alcuni automatismi che abbiamo messo a disposizione dei nostri associati - afferma l’arch. Gennaro Tarallo, amministratore unico e direttore generale dell’Asmenet Calabria - è possibile, in maniera immediata e semplificata, la pubblicazione di documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione dell’amministrazione, le attività e le sue modalità di realizzazione. Inoltre – aggiunge Tarallo – Asmenet riveste per i propri soci il ruolo di RPD/DPO, a cui fornisce la soluzione per adempiere alla recente scadenza sugli adempimenti in tema di protezione dei dati, senza alcun onere per i Soci e senza rischi disciplinari o sanzionatori.”

È intervenuto il Segretario generale dell’Associazione Asmel, Francesco Pinto, sulle iniziative in atto, dopo la recente vittoria son la Sentenza della Corte Costituzionale n.33/2019 sull’accorpamento coatto dei piccoli Comuni, in particolare sulla recente misura decisa in Conferenza Stato-Città, ancora più subdola, “dell’associazionismo spintaneo”. Che, di fatto, obbliga i Comuni (tutti, non solo i piccoli) ad associarsi, promettendo premi per chi si adegua e commissariamenti per chi rifiuta. Una nuova battaglia che ASMEL affronterà al fianco dei suoi 2.800 Comuni Soci in tutt’Italia e che si affianca a quella avviata con il ricorso innanzi al Presidente della Repubblica sui criteri di riparto del Fondo Perequativo a favore dei Comuni. Il 2019, d'altronde, si conferma l’anno delle vittorie legali, senza se e senza ma, per i Comuni associati Asmel. Oltre alla già citata sentenza della Consulta, da inizio anno Asmel ha visto accolto il ricorso in Consiglio di Stato contro ANAC per l’autonomia dei Comuni nella centralizzazione della committenza, e lo scorso 31 maggio il TAR Lazio ha accolto il ricorso della Centrale Asmecomm annullando i compensi minimi per i commissari di gara di cui al decreto MIT del 12/02/2018.

Qui la fotogallery

Additional information